Post blog

Impagabilì antichi manufatti trovati nascosti in Isil Commander’s House a Mosul

Iraqi soldier surveys the damage to the ancient site of Nimrud after recapturing the area from Islamic State militants 
Il soldato iracheno esamina il danno all’antico sito di Nimrud dopo aver riconquistato l’area dai militanti dello stato islamico Credit: AFP

Le autorità irachene hanno trovato più di 100 “inestimabili” artefatti assiri depredati da antiche rovine nascoste in una casa del leader dello stato islamico a Mosul.
La scoperta è stata fatta nel quartiere di AZ-Zirai a Mosul orientale, che le truppe delle forze speciali recentemente ricatturati dallo stato islamico dell’Iraq e il Levante (Isil).
Le fotografie pubblicate dal servizio di sicurezza nazionale il Giovedi mostrano più di una dozzina di vasi di argilla, una manciata di grandi vasi, “Palace ware” ceramiche e un mulino a mano, tra gli altri pezzi più piccoli.
Storici ed archeologi hanno confermato che gli oggetti risalgono a migliaia di anni fa all’impero assiro.
Assyrian artifacts discovered in an Isil commander's house in Mosul
Credito: Mosul Eye
Hanno detto che sono stati quasi certamente scavato dal vicino sito delle rovine di Ninive così come Nimrud-la capitale antica dell’impero assiro-che era sotto il controllo di militanti Isil per due anni fino a quando il sito è stato liberato nel mese di novembre.
A selection of the relics found in a home in Mosul
Credito: volantino del governo iracheno


Nimrud era una capitale degli Assiri, uno dei primi e più feroci imperi del mondo antico. Conosciuto all’epoca come Kalhu, la città era la sede del potere dal 879-709 a.c., un’epoca in cui gli eserciti assiri si espansero attraverso il Levante.


È stato scavato per la prima volta nel 1945 da un team britannico-assiro, che lo ha descritto come il più bel sito in Medio Oriente.
“durante un giro di case nella ex zona cristiana di Mosul, l’esercito ha ricevuto una mancia da un residente locale,” Talib al-Maa’mari, un membro del Parlamento iracheno, ha detto ai giornalisti.
“quando le forze speciali cercato questa casa, che è stato utilizzato da un emiro Isis, siamo stati sorpresi di trovare molti manufatti inestimabile. Ma uno in particolare è molto speciale-è stato piuttosto un incredibile trovare “.
Commentando il raggio, il Prof Eleanor Robson, Presidente dell’Istituto britannico per lo studio dell’Iraq, ha detto al Telegraph: “sono antichità assiri genuini. Ora possiamo essere sicuri che il personale eccellente sono sul caso.
Isil documenti trovati nella casa abbandonata Mostra il gruppo islamista mantenuto un record di ciascuno degli elementi, insieme con un prezzo stimato ogni reliquia potrebbe raggiungere.
La presunzione è che i jihadisti hanno intenzione di vendere i pezzi ma sono stati interrotti prima che potessero farlo.
An Isil militant uses a sledgehammer to destroy a several thousand years old stone
Credito: Reuters
Per anni Isil è stato contrabbandare genuino, così come falso, manufatti fuori dall’Iraq attraverso il loro territorio in Siria e attraverso il confine turco al Bab al-Hawaii Crossing.
Dal momento che la sua cattura di Mosul nel 2014, Isil è pensato di aver fatto decine di milioni di dollari al largo delle vendite di mercato nero di antichità in tutto sia in Iraq e in Siria, mentre allo stesso tempo distruggendo numerosi tesori archeologici da luoghi come Nimrud e Palmyra.
Il fanatismo dei militanti devastò Nimrud-uno dei più importanti siti archeologici del Medio Oriente.
Si vantavano della distruzione in alta definizione di propaganda video, propagandando la loro campagna per eliminare il loro auto-dichiarato “califfato” di tutto ciò che consideravano Pagan o eretico.
Gli archeologi che hanno visitato Nimrud dal momento che è caduto di nuovo nelle mani delle autorità irachene dire circa 60 per cento del sito è irrecuperabile.